Zarqa, Giordania (2015): “Sosteniamo la popolazione siriana arrivata a Zarqa”

A Zarqa, nella casa orionina, l’ emergenza continua: è diventata attualità.

Centinaia di profughi siriani ed irakeni – famiglie con bambini, anziani, disabili – continuano a rivolgersi a Padre Hani Jameel ed ai suoi confratelli e volontari, nella speranza di un intervento solidale che sappia comunque mantenere e sviluppare i presupposti di una rinascita e di una speranza di vita.

I padri orionini sono ben consapevoli che, per la vastità delle problematiche emerse a causa della guerra civile siriana, la loro azione caritativa deve essere sostenuta dall’esterno: sostenendo l’emergenza si potrà riaprire uno spiraglio di speranza a partire proprio dai più bisognosi e vulnerabili.

 Obiettivi specifici:

  • Intervenire nell’emergenza immediata con la distribuzione di Kit alimentari
  • Distribuire Kit igienico-sanitari, sia per l’igiene personale che per la purificazione dell’acqua per l’utilizzo alimentare
  • Accompagnare le persone rifugiate alle visite mediche necessarie per poter somministrare dei medicinali e cure
  • Offrire sostegno psicologico, l’accoglienza e integrazione a beneficio dei circa 1.000 rifugiati a causa della guerra civile in Siria con particolare attenzione ai bambini, ragazzi e le donne vedove con i figli

Attività:

  • Accoglienza ai rifugiati che arrivano continuamente a Zarqa
  • Allestimento di un magazzino per la distribuzione del cibo e generi di primo sostentamento presso la Comunità Religiosa Orionina di Zarqa,
  • Acquisto dai grossisti locali del materiale alimentare, di potabilizzazione ed igienico-sanitario
  • Sostegno psicologico ai rifugiati

Beneficiari diretti:

Almeno 400 persone tra cui moltissimi bambini, neonati, ragazzi, donne vedove e anziani malati

Beneficiari indiretti:

L’intero contesto sociale di Zarqa

Il contesto sociale dell’intera nazione giordana che potrà avvalersi delle opportunità di soccorso e di integrazione socio-culturale di persone, minori ed adulti, altrimenti esposte ai rischi della povertà, della marginalità, dell’esclusione.

Importo finanziato: € 10.000,00

 

Giada

Leave a Reply